28 - settembre - 2018

Teleriscaldamento

Entro fine 2018 verrà attivato sul territorio comunale di Lonato del Garda (BS) un sistema di teleriscaldamento che sfrutterà il calore fornito dall’acciaieria del Gruppo Feralpi, azienda siderurgica che ha sede nel lonatese. Al progetto collabora Engie, player energetico presente con dieci reti di teleriscaldamento sul territorio nazionale, che si occuperà della progettazione e della realizzazione della rete e della distribuzione dell’energia termica.

L’investimento, sostenuto pariteticamente tra Feralpi ed Engie, sarà complessivamente di 4 milioni di euro; il Comune di Lonato del Garda ha svolto un ruolo centrale di coordinamento, seguendo l’iter burocratico e autorizzativo, affinché il processo si svolgesse secondo i tempi previsti.

I vantaggi che porterà l’impianto di teleriscaldamento a tutte le parti interessate saranno ambientali ed economici, a partire dallo stesso stabilimento di Feralpi dove l’avvio del recupero del calore, non più disperso in atmosfera, risponde alla necessità di impostare i cicli produttivi secondo logiche circolari con l'abbattimento dei consumi e del relativo impatto ambientale.

Riscaldare gli edifici comunali grazie al calore recuperato equivarrà a risparmiare ogni anno 447 TEP (tonnellate di petrolio equivalente), pari a circa 20 autocisterne. In termini di CO2, il progetto porterà a ridurre le emissioni di 1.059 tonnellate l’anno; inoltre ci sarà una riduzione del consumo di acqua pari a quella che normalmente verrebbe dispersa nelle colonne di vapore acqueo in corrispondenza delle torri di raffreddamento dello stabilimento siderurgico.

Lonato del Garda sarà anche più sicura, grazie alla dismissione di centrali termiche alimentate da fonti fossili, sostituite dal calore fornito dal teleriscaldamento. Non da ultimo, il Comune vedrà una riduzione dei costi sostenuti per il riscaldamento dei propri edifici, con un vantaggio diretto per tutti i cittadini lonatesi.